MISANO GP 13/9/20

MISANO GP 13/9/20

Come ha detto giustamente Pasini: “T’an avrè fat el surpass Callaghan” (non avrai fatto il sorpasso Callaghan): Un sorprendente Tatsuki Suzuki che gli ultimi giri infila e supera gli avversari con dei sorpassi mozzafiato chiudendo la gara in un prezioso 3° posto.
Casa dolce casa. Non c’è niente di meglio di un podio nel proprio GP di casa, che sommato al non aver preso aerei, niente cene al ristorante e alla comodità del proprio letto, il voto è 9+. 9 perchè non c’è mai limite al meglio. Tatsuki li davanti a giocarsi la vittoria, una gara che a tre giri dalla fine mi ha fatto dire: “Comunque vada è stata uno spettacolo!” Ed è andata bene.
Nel post gara devo ammettere però che ci ha roso un pò il fegato ma é l’ eterna dannazione del 3º posto. Sali il gradino, podio, sei felice, ma…. un ma che lascia spazio a tutto e a niente in realtà, perché è andata bene così: con la tachicardia al limite e il defibrillatore nel box come unica certezza, in caso di sbalzi al cuore troppo aggressivi. Una gara che non vedevamo da un pò di tempo. Aiutare un ragazzo a ritrovare la fiducia in se stesso, ricordargli che è forte quando sembra esserselo dimenticato è una faticaccia, ma tra le più belle per fortuna, è creare un rapporto di stima e fiducia reciproca, è essere in sintonia, costruire tutti i giorni qualcosa, ma per emozioni così direi che ne vale la pena. Ma che lavoro abbiamo fatto!?

Il week end è iniziato con la 1° fila di Casadei in MotoE, poi partito in pole per una penalità presa da Ferrari. Conduce la gara in testa fino a due giri dalla fine quando ingenuamente scivola giù dal podio, superato dai veterani delle corse che lo colgono di sorpresa. Ricordiamo che Mattia è il più giovane di questa categoria, scelto da me che non è stata una scelta a caso.
Podio di Tatsuki dopo una gara adrenalinica e peccato purtroppo per il nostro Niccolò che per un soffio non ha chiuso nei primi dieci dopo una gara in rimonta, superato dal suo arrembante amico Migno.

Attendiamo con ansia il 2° round o meglio, siamo pronti per il prossimo tampone, si perché prima di essere pronti per la gara bisogna superare il test. E’ un terno al lotto, incrociamo le dita mentre pian piano tra bisbigli e sussurri il mercato piloti intorno a noi inizia a svegliarsi…

-PaoloSic58-