VALENCIA FIMCEV REPSOL 01/11/2020

VALENCIA FIMCEV REPSOL 01/11/2020

Valencia 1° round, ultima tappa CEV.
Eravamo in lista, da pretendenti al podio con Garcia a un finale di stagione difficile. Chiudiamo con un 5° posto e una caduta. Sogni di gloria rimandati.
Ma facciamo un riassunto di quest’ anno: è stato indubbiamente un anno interessante, abbiamo “allevato” dei cuccioli di piloti come Senna, il nostro Australiano in Moto3 o come Garcia che ci ha dato tante soddisfazioni lottando e portando a casa podi e vittorie. Voight al suo debutto nell’ ETC ci ha regalato dei podi entusiasmanti, è maturato con noi ed é stato promosso nel CEV categoria Moto3. Con Volpi abbiamo cresciuto un bambino, anzi abbiamo preso un bambino poi divenuto pilota, chiudiamo un capitolo importante per entrambi fatto di momenti belli e un po più difficili, ma lo abbraccio e gli faccio un in bocca al lupo grandissimo per l’ anno a venire.

Il team vanta un gruppo fantastico, un misto di nazionalità, personalità e caratteri più variopinti che confondendosi si mescolano in un connubio perfetto; gli spagnoli con la loro esuberanza e passione, gli australiani freddi e meticolosi, gli italiani… be li conoscete. Sanno scherzare quando si può ed essere professionali quando c’ é da esserlo. Sappiamo essere ironici e autocritici e questo é un nostro valore aggiunto.
L’ affiatamento che ho visto domenica mentre cambiavano il motore di Garcia in tempi record, dove velocitá e precisione li facevano sembrare ballerini su un palcoscenico, mi lascia incantato. Come mi lascia incantato l’ orgoglio con cui mostrano il SIC58 sulle divise. Ad ogni modo, l’ intero equilibrio si spezzerebbe senza la supervisione e professionalità dei tre capotecnici: Federico, Patrizia e Fabio. A tutti va il mio ringraziamento per l’ ottimo lavoro.

Siamo quasi pronti a ripartire per Valencia per l’ultima doppietta di questo capriccioso mondiale. Ormai di dominio pubblico è la notizia che Antonelli non sarà più con noi il prossimo anno. Due cose però ci tengo a dirle: Nicco è stato un pilota importantissimo per noi, ci ha aiutato a crescere, ci ha regalato la 1° pole e la 1° vittoria del team nel campionato del Mondo Moto3, queste sono cose che rimarranno per sempre, qualsiasi parola poi venga spesa su di noi. È un ragazzo educatissimo, fuori dal comune, vive per le corse, una cosa rara oggi e spero vivamente che trovi la sua strada e qualcuno che gli possa far vincere il mondiale che si merita. spero ci ritroveremo ancora il lunedì a commentare la gara e che l’ anno prossimo possa tornare a dirmi : “Diobò Paolo, a sem trop fort!” con gli stessi occhi luccicanti e vogliosi di riscatto che gli vidi a Doha 2018.

-PaoloSic58-