Qatar 18/03/18

Qatar 18/03/18

Dopo un inverno carico di progetti, pensieri e aspettative abbiamo lasciato per un attimo il gelo italiano per volare verso il tanto atteso Qatar che ci aspettava con il tutto il suo sapore di nuova avventura.
Il risultato è stato che nelle FP1 Antonelli è caduto mentre all’ ultimo giro, rientrato proprio per fare un giro in relax, Tatsuki trova Sazaki sulla sua strada e per fargli vedere chi è “Lu Re” si rompe un polso. Ottimo inizio; sogni interrotti per la gara di Tatsu seguiti da qualche mia parolaccia e insulto. Abilità e testa devono essere un connubbio fondamentale per chi corre a questi livelli.
Le premesse dell’ week end sono disastrose, ma grazie alla tenacia di Antonelli che lavora bene con la squadra, non si demoralizza e ogni giorno acquista sempre più fiducia in se stesso, concludiamo la trasferta in modo quasi perfetto non agguantando il podio per 0,46 decimi. Anche la Pol position di Nicco del sabato mi ha emozionato parecchio in quanto la prima del nostro team nel mondiale, tanto desiderata, carica di ricordi e di tutto una storia con lui. E poi anche se uno non vuole darlo a vedere arrivare primi è sempre l’obiettivo e le volte che non ci si riesce ci si consola con “va bè l’importante è aver dato il massimo”. Sono fiero di questo risultato abbiamo dimostrato di non essere un team di serie B.
La gara di Nicco è stata difficile perché si creano questi gruppetti di piloti e non tutti lavorano per l’obiettivo comune nella prima fase di gara di non far scappare il primo. per esempio Nicco stava cercando di prendere Martin ma si èfermato perché quelli dietro continuavano a superarlo grazie alla sua scia sul lungo rettilineo , impedendogli di riuscire nel suo intento. Resta un po’ di amaro in bocca di un podio perso per un soffio ma Nicco ci ha fatto vivere un week end da protagonisti. Mi dispiace tantissimo per Tatsu che si è perso per goliardia, passerà queste due settimane tra fisioterapia e riabilitazione per essere in sella già dalle prossime prove.
La mia è una squadra giovanissima formata da ben quattro debuttanti nel mondiale. Sono curioso e fiducioso nella loro bravura e professionalità che vedremo di mostrare gara per gara.
Sottolineo che con orgoglio faremo parte del nuovo progetto di moto elettriche della Dorna. Insieme a dei team di Motogp e alcuni di moto2, schiereranno 20 moto prima della Moto3 ogni GP, inizia così la mia ricerca di nuovi sponsor e un nuovo pilota!
Waiting for Argentina GP ieri sono partito per il CEV, vado a tenere a bada l’altra metà della mia rosa formata da Bertelle, MaoMao, Falzone, Montella e Ieraci tutti con genitori a carico, avrò un bel da fare.

-PaoloSic58-